Come eseguire il root di OnePlus One in esecuzione KitKat (sbloccare Bootloader e installare il ripristino personalizzato)

OnePlus One è un telefono davvero fantastico. Soprattutto dopo che il Nexus 6 si è rivelato un mostro troppo caro. E ora è anche relativamente facile da acquisire. C'è una vendita aperta ogni settimana e gli inviti sono più facili da ottenere. Mi piace dire che OnePlus One è il nuovo Nexus. È un telefono di fascia media con specifiche a livello di punta ed è davvero facile per i geek armeggiare. Il rooting è semplice. Troverai molte fantastiche ROM personalizzate e mod per il telefono e ha una fiorente comunità di sviluppatori.







Ma prima di poter fare tutto ciò, è necessario ottenere l'accesso come root. Per questo, è necessario eseguire il flashing di un ripristino personalizzato, il che significa che è necessario sbloccare il Bootloader. È una faccenda facile. Non dovresti impiegarti più di 30 minuti se segui attentamente la guida qui sotto.



Bene, tiriamo fuori questo cattivo ragazzo al guinzaglio.





1. Cosa devi sapere prima di iniziare

Questa guida è per OnePlus One con KitKat (4.4.4).

Il processo di rooting richiede di sbloccare il tuo Bootloader. E sbloccare il Bootloader cancellerà completamente il tuo dispositivo (tra l'altro, abbiamo scritto di recente come farlo manualmente se intendi vendere il tuo dispositivo).

Quindi, per favore, prima di iniziare questo processo, eseguire il backup di tutto - contatti, SMS, foto, tutto.




Hai radice?

Inoltre, assicurarsi che il telefono sia carico per oltre il 50% e che il PC / laptop Windows sia collegato a una fonte di alimentazione.





2. Setup e download

Ecco una panoramica di ciò di cui avrai bisogno.

  • SDK Android, incluso Fastboot
  • Driver ADB
  • File di ripristino (TWRP)
  • File SuperSU per il rooting

Passo 1: Innanzitutto, devi scaricare Android SDK. UN versione ridotta delle cose di cui abbiamo bisogno sono disponibili qui. È un file da 1 MB. Clicca il Scarica ora per scaricare il file (non il Scarica pulsante).




Una volta scaricato il file zip, estrarlo sul desktop.




Passo 2(Opzionale):Se per qualche motivo l'SDK dimagrito non funziona per te, vai a questo sito per ottenere l'SDK completo. Sul sito, scorrere fino alla fine della pagina, selezionare Scarica per altre piattaforme ->Solo strumenti SDK.

Dopo il download, vai su android-sdk-windows cartella ed eseguire il file SDK Manager. Durante il processo di installazione, selezionare i seguenti pacchetti.

  • Utensili ->Strumenti SDK per Android, Strumenti della piattaforma SDK Android
  • extra ->Libreria di supporto Android, Driver USB di Google

Ora dovresti vedere una nuova cartella chiamata platform-tools.

Passaggio 3: Scarica e installa Driver universali ADB. Se non funziona, controlla il metodo alternativo qui.

Passaggio 4: Scarica il File di ripristino di TeamWin Recovery Project (TWRP)(prendi l'ultimo) e il File SuperSU per root.





3. Sblocco del Bootloader

Inizieremo sbloccando il Bootloader. Ciò rimuove la protezione dalla memoria interna. Senza rimuovere questa limitazione, non possiamo installare un ripristino personalizzato o ottenere l'accesso come root.

Ancora una volta, lo sblocco del Bootloader cancellerà tutto dal tuo telefono.

Passo 1: Spegni il telefono tenendo premuto il pulsante di accensione e selezionando Spegni. Quindi avviare in modalità Fastboot tenendo premuto Aumenta il volume + Energia.




Il telefono visualizzerà il messaggio dicendo Modalità fastboot, come puoi vedere nell'immagine qui sotto.




Passo 2: Collega il telefono al PC utilizzando il cavo USB in dotazione. Vai a Desktop ->android-sdk-windows ->platform-tools.

Passaggio 3: premi il Cambio tasto e fare clic con il tasto destro nello spazio aperto nella finestra e selezionare Apri qui la finestra di comando.




Ora, per verificare se ADB è installato correttamente e funziona, digitare quanto segue.

versione adb 

Se vedi il numero di versione significa che siamo a posto. Altrimenti dovrai installare nuovamente ADB.




Immettere il comando seguente per verificare se il telefono è stato riconosciuto dal PC. Se non vedi il numero di serie, significa che c'è qualche problema con i driver o che il tuo telefono non è collegato correttamente al PC.

dispositivi fastboot 

Passaggio 4: Ora sbloccheremo il Bootloader. Ci vorranno solo un paio di secondi. Immettere il comando seguente.

fastboot oem unlock 

Una volta completato il processo, è il momento di riavviare il telefono.

riavvio rapido 

E questo è tutto. Vedrai la schermata di configurazione di Android all'avvio del telefono. Raggiungilo e configura il tuo telefono. Quindi, installa il ripristino personalizzato.





4. Installazione di un ripristino personalizzato

Prima di poter installare un ripristino personalizzato, dovremo fare due cose. Abilita il debug USB e disabilita la protezione di recupero di CM.

Vai a impostazioni ->Info sul telefono -> e tocca il numero di build 7 volte. Questo aprirà il Opzioni per gli sviluppatori.




Vai a impostazioni ->Opzioni per gli sviluppatori ->Abilita debug USB.

Dalla stessa schermata, disabilitare Ripristino aggiornamenti con aggiornamenti di sistema. Questo è molto importante.




Passo 1: Ancora una volta, spegnere il telefono, metterlo in modalità Fastboot e collegarlo al PC.

Passo 2: Vai al file di recupero che abbiamo scaricato all'inizio e rinominalo recovery.img. Copia il file su platform-tools cartella.




Importante: Qui,.img è l'estensione. Quindi, quando si modifica il nome del file, è sufficiente scrivere recupero.




Passaggio 3: Cambio + tasto destro del mouse nella cartella e apri il prompt dei comandi lì.

Per installare il ripristino personalizzato, immettere il seguente comando.

fastboot flash recovery recovery.img 

Fatto ciò, riavvia il dispositivo.

riavvio rapido  






5. Rooting OnePlus One

Ora che il ripristino personalizzato è installato. È tempo di eseguire il root del telefono.

Passo 1: Collega il telefono al PC e trasferisci il file SuperSU nella cartella principale di OnePlus One. Ora disconnetti il ​​telefono.




Passo 2: Ora andremo nel recupero personalizzato TWRP (pronunciato twerp). Spegni il telefono e avvialo mentre lo tieni premuto Volume basso + Energia.

Passaggio 3: Una volta che sei nel recupero personalizzato, fai clic su Installare. Scroll per cercare il file SuperSU e toccarlo.




Passaggio 4: Vedrai quindi un'altra schermata. Basta scorrere per confermare.




Passaggio 5: Una volta completato il processo, toccare il Riavvio del sistema pulsante per riavviare.




Dopo il riavvio del telefono, sul telefono verrà visualizzata un'app SuperSU.

Se desideri un'ulteriore conferma che il tuo telefono è stato effettivamente rootato, scarica un'app chiamata Verifica della radice.








Goditi la libertà

Questo è tutto. Sei radicato. Il mondo è ora la tua ostrica, amico mio. Installa una ROM personalizzata, bloccare tutti i tipi di annuncio resta semplicemente in azione, usa Xposed e installa alcune fantastiche mod.